Salta al contenuto principale
Il progetto Kometa
Scritti sull'acqua | 21 gennaio 2021

Con il progetto Kometa la formazione in modalità virtuale

Si scrive Kometa, si legge innovazione. Acronimo di Knowledge Community for Efficient Training Through Virtual Technologies, il progetto Kometa si basa sull’ausilio di tecnologie innovative, quali la realtà virtuale e immersiva, e sul machine learning, per la formazione del personale addetto alla manutenzione degli impianti di distribuzione idrica e depurazione delle acque reflue. L’obiettivo è velocizzare i tempi di analisi e il ripristino dei guasti, consentendo un notevole risparmio ed un incremento della funzionalità e del livello qualitativo nella gestione del Servizio Idrico Integrato regionale, assicurando – inoltre - maggiore sicurezza agli addetti ai lavori.

Il progetto, che ha ottenuto già un lusinghiero risultato relativo all'indice di gradimento di chi aveva provato il prototipo Kometa pari al 98%, è stato finanziato dal Bando regionale INNOLABS, POR Puglia FESR FSE 2014-2020 - Sub-Azione 1.4.B, e promosso da tre Pmi (MTM Project srl come capofila, Cinemagica srl, Hevolus srl), Acquedotto Pugliese spa, Autorità Idrica Pugliese e l’Università degli Studi di Bari - Dipartimento di Informatica.

Il Presidente di AQP - Simeone di Cagno Abbrescia
Il Presidente di AQP - Simeone di Cagno Abbrescia


L’innovativa metodica si propone di accorciare i tempi di formazione degli operatori addetti alla manutenzione degli impianti, grazie a un simulatore virtuale che sfrutta i benefici della realtà immersiva. L’operatore, infatti, indossando un visore per la realtà virtuale si trova “immerso” nella realtà degli impianti e può interagire con l’ambiente stesso in cui sta avvenendo la manovra eseguita da altri operatori.

Si riportano, a seguire, ulteriori risultati conseguiti dal progetto Kometa indicati come range:

  • utenti che hanno superato il test con le nuove tecnologie: >70%
  • riduzione tempi di formazione con le procedure create con le nuove tecnologie: >50%
  • risultato della predizione della formazione con il Machine Learning circa 85%
     

Kometa è stato illustrato alla cittadinanza ed agli addetti ai lavori, attraverso diversi workshop tenutisi in presenza nelle città di Bari - presso la sede di Acquedotto Pugliese dove si è svolto il convegno di presentazione - quindi Lecce - presso l'Open Space di Palazzo Carafa - ed infine Mesagne nell’auditorium del Castello.

Stante l’emergenza epidemiologica covid-19 e le misure conseguentemente adottate, gli ultimi workshop programmati in presenza, da tenersi nelle restanti città facenti parte il Consiglio Direttivo dell’Autorità Idrica Pugliese (Ente rappresentativo dei comuni pugliesi per il governo pubblico dell’acqua), sono stati sostituiti da un webinar online di natura nazionale svoltosi il 15 dicembre 2020 – a cui hanno partecipato come relatori, tra gli altri, Antonio Matarrelli, presidente dell’Autorità Idrica Pugliese e sindaco di Mesagne, Simeone di Cagno Abbrescia, presidente di Acquedotto Pugliese, Marisa Abbondanzieri, presidente dell’ANEA, l’Associazione Nazionale degli Enti di Governo d'Ambito per l'Idrico e i Rifiuti, Donato Malerba, direttore del Dipartimento di Informatica dell’Università di Bari - che è risultato una importante occasione e vetrina per analizzare il progetto, la sua storia e le infinite potenzialità della realtà virtuale applicata alla formazione nel mondo del lavoro.

Il Presidente dell'AIP, Antonio Matarrelli
Il Presidente dell'AIP, Antonio Matarrelli


A spiegare nel concreto le modalità di funzionamento della sofistica apparecchiatura digitale e sottolineare i significativi risultati sul piano della tempestività, dell’efficacia e della sicurezza, sono stati, invece, Marco Mottola, responsabile manutenzione specialistica di Acquedotto Pugliese; Pietro Scrimieri, direttore risorse umane di Acquedotto Pugliese; Giuseppe Modugno, Ceo di MTM Project srl; Diego Marra, CEO di Cinemagica ed Annalisa Appice, docente del Dipartimento di Informatica UNIBA

Sviluppato sulla base del fabbisogno manifestato dall’Autorità Idrica Pugliese, nell’ottica di continuare a migliorare i processi di gestione e manutenzione degli impianti in dotazione al Servizio Idrico Integrato, Kometa potrà essere esteso gradualmente ad altri contesti lavorativi nei quali la formazione svolge un ruolo chiave, anche nell’ambito stesso delle attività realizzate da Acquedotto Pugliese.

Per ulteriori dettagli relativi al progetto e rivedere anche il webinar conclusivo di Kometa basta consultare la pagina fb Kometa Online, il sito web: www.kometaonline.it o il canale youtube di Kometa.

In caso di curiosità o richieste di approfondimenti sul progetto è anche possibile inviare una mail a: info@kometaonline.it.

 

Lo staff del progetto Kometa

 

 

 

Condividi su